APPUNTAMENTI LIVE

I WEBINAR DI EUBRAIN

Nascere a volte è più difficile del previsto.  

E’ in questo tempo, tra la pancia e la vita là fuori, che si diventa genitori.
Quando questo tempo è anticipato, nessuno è pronto: non lo è il bimbo, non lo sono i genitori, non lo è il mondo intorno.
Il miracolo della vita è nelle mani dei medici; il miracolo della crescita è nelle mani della famiglia.

Niente è possibile senza i genitori; il nostro compito è accompagnarli.

Così abbiamo deciso di proporre dei webinar online gratuiti per informare, spiegare, aiutare e rispondere alle loro domande.

Vasti sono il tempo e lo spazio.
La luce degli occhi, divenuta tenue,
tornerà a risplendere. Sulla terra gelata
erba e grano vivranno. Nessuna nascita
è davvero perduta.

Giampaolo Donzelli
Lo stupore della nascita

Vita e scienza:
il cammino verso la nascita Protagonisti a confronto

Venerdì 26 novembre
Piattaforma Zoom

Verso la Giornata Mondiale della prematurità
Ricercatori a confronto
EU-BRAIN nasce con l’obiettivo di potenziare la promozione e la ricerca sulle problematiche della neurologia perinatale e neonatale, un’area in cui l’attività di ricerca è ancora molto scarsa ma con enormi potenzialità.
Nella settimana che segue la Giornata Mondiale della Prematurità EU-BRAIN organizza un Convegno, invitando i rappresentanti dei Centri Clinici di riferimento e coinvolgendo relatori italiani ed esteri allo scopo di favorire il confronto sullo stato dell’arte in ambito scientifico e lo sviluppo di collaborazioni fra gruppi di ricerca nazionali e internazionali su nuove direttrici da esplorare.

Agenda:

  • Paul Govaert (Antwerp, Belgium): Brain Ultrasound
  • David Edwards (London, UK): How to envelope the developing brain connectivity
  • Luca A. Ramenghi (Genoa, Italy): Mild haemorrhage affecting the brain
  • David Ley (Lund, Sweden): Experimental models in preventing brain disease
  • Laura Cancedda (Genoa, Italy): Tests for assessing neurodevelopment in human beings and animal model

 

Lingua ufficiale: inglese

webinar
Come funziona l’accesso?

Clicca sul pulsante ISCRIVITI e compila il breve form di registrazione.

Riceverai da Zoom una mail di conferma con il tuo link personale di accesso.
Un giorno e un’ora prima dell’evento, riceverai anche una mail di promemoria.

Per collegarti al webinar, clicca sul link contenuto nella mail. Puoi anche tornare su questa pagina e cliccare nuovamente sul pulsante ISCRIVITI.
Segui le istruzioni sullo schermo: potrai accedere al webinar utilizzando l’app Zoom oppure direttamente da browser.

Se non hai ricevuto la mail o hai bisogno di assistenza, scrivi a info@ggallery.it.

ARCHIVIO WEBINAR

IL BAMBINO EUBRAIN VA A SCUOLA

Martedì 5 ottobre, ore 14.00 – 16.00

Introduce il Prof.Luca Ramenghi 

Relatori:
Dott.ssa Sara Uccella – Lo stupore della nascita di un pretermine
Dott.ssa Deborah Preiti – Educare giocando nei primi momenti di vita
Prof.ssa Chiara Nosarti – Educare a crescere

La nascita pretermine è una sfida. Una sfida per il bambino e per i genitori che inevitabilmentea suscita numerose domande a cui si cerca di dare una risposta. Frequentemente i genitori si chiedono se quello che fanno lo stanno facendo bene o se dovrebbero agire diversamente, si chiedono quali strumenti utilizzare o quali stimolazioni fornire al proprio bambino, in che modalità e per quanto tempo. Questo webinar cercherà di rispondere ad alcuni di questi numerosi quesiti cui spesso come clinici ci troviamo a dover rispondere, rendendo voi genitori i protagonisti di questo incontro.

Lo stupore della nascita di un pretermine (7:00 – 26:09)
La vita di un bambino non inizia dal momento effettivo della nascita, ma diversi mesi prima, in quell’ambiente accogliente e protetto che è l’utero materno. Quando ci troviamo davanti ad un neonato pretermine, spesso ci dimentichiamo quanto sia competente non solo il neonato alla nascita, ma già il feto in quei mesi di gravidanza che gli permettono di affacciarsi al mondo extrauterino con un bagaglio di esperienze che pone le basi per il suo sviluppo futuro: un bagaglio fatto di sensorialità, di competenze motorie e di un legame già stretto con la mamma, della quale ha imparato a conoscere la voce, l’odore, dalla quale ha ricevuto nutrimento. Tutte queste abilità che il neonato ha alla nascita vanno supportate e sostenute, soprattutto nel caso dei bambini prematuri che si trovano immersi in un mondo che non sono ancora pienamente in grado di elaborare e comprendere, fornendo al vostro bambino adeguate stimolazioni tattili, visive, uditive già dai primissimi momenti di vita in TIN.

Educare giocando nei primi anni di vita (1:33:36 – 1:53:35)
E ora, dopo che insieme al vostro bambino avete superato i momenti più critici, come precedere? Nessuno insegna a fare e ad essere genitore, specialmente un genitore che nasce prematuramente come suo figlio. Accanto al bambino che cresce e che nei primi periodi di vita compirà moltissime nuove acquisizioni, anche i genitori al suo fianco impareranno un passo dopo l’altro a crescere nel loro ruolo.
E se il bambino prematuro impiegherà un po’ più degli altri a parlare o a camminare? Diamogli tempo, lasciamolo crescere e sperimentare, cercando di mettere da parte le comprensibili preoccupazioni genitoriali, consapevoli che il vostro bambino sta solo seguendo il normale sviluppo di un bambino pretermine.

Educare a crescere (31:00 – 58:20)
La scuola, altra fondamentale tappa dello sviluppo! Ma come fare a capire se un bambino è pronto per affrontare questo passo? Le competenze, cognitive ed emotive, necessarie per essere inserito nel percorso scolastico sono spesso aree di debolezza per i bambini pretermine. Se da un lato è pur vero che la maturazione cerebrale e i suoi meccanismi di neuroplasticità giocano un ruolo fondamentale nello sviluppo del bambino, non si può non tener conto dell’ambiente in cui il bambino è inserito: recentemente si è iniziato a parlare di uno stile genitoriale ‘cognitivamente stimolante’, che può costituire un importantissimo sistema di supporto per il bambino e di promozione non solo del suo sviluppo cognitivo, ma anche di quello socio-emozionale, intervenendo nelle aree di maggiore vulnerabilità tipiche del bambino pretermine per renderlo pronto per affrontare le sfide future.

Come funziona l’accesso?

Clicca sul pulsante RIVEDI e compila il breve form di registrazione.

Powered by GGallery srl

Il sito utilizza cookie tecnici per facilitare la navigazione e cookie di terze parti per raccogliere statistiche di utilizzo. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile e cookie di terze parti (Facebook e Google) per raccogliere statistiche di utilizzo. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Accetta